Notice: WC_Cart::get_checkout_url è deprecata dalla versione 2.5! Utilizzare al suo posto wc_get_checkout_url. in /home/fg1nlxn2/public_html/wp-includes/functions.php on line 4440

In che modo l’Internet of Things sta trasformando il Manufacturing? Ne abbiamo parlato con Roberto Bianchi, Responsabile Ricerca e Sviluppo, La Marzocco

In che modo l’Internet of Things sta trasformando il Manufacturing? L’impatto delle nuove tecnologie nella gestione del ciclo di vita del prodotto. Ne abbiamo parlato con Roberto Bianchi, Responsabile Ricerca e Sviluppo, La Marzocco

Ci sono applicazioni Internet of Things che ritiene stiano guadagnando o possono guadagnare importanti fette di mercato in Italia? Quali?

“Il nostro paese è molto complicato per tutte le regole presenti, quindi abbiamo sempre un po’ piu’ di inerzia rispetto ad altre nazioni. Diciamo che mi piace pensare, in questo caso a livello di cittadino, a grandissimi possibili sviluppi (a costi non enormi) nei campi dell’utilizzo dell’energia,della sanità, del traffico e della sicurezza delle persone”.

Ritiene che la combinazione tra big data e digital manufacturing porterà sempre più le industrie verso modelli di produzione on demand?

“A me sembra che ci sia la voglia del consumatore di avere si un prodotto customizzato ma soprattutto un trattamento personalizzato .L’analisi dei dati puo’ sicuramente andare in questa direzione per arrivare addirittura ad avere un’effetto “wow” da parte del consumatore. La Marzocco vuole sfruttare questa opportunità proprio per questo motivo, arrivare a sorprendere i nostri clienti sia a livello di qualità del prodotto erogato in tazza ,che a livello di manutenzione preventiva”.

A livello normativo, auspica interventi da parte del legislatore per agevolare la crescita del mercato. E se sì, quali i più importanti?

Questo aspetto è secondo me di primaria importanza. Gli argomenti sensibili saranno innanzitutto la Privacy delle persone. La questione che va regolamentata è sicuramente l’utilizzo improprio e la compravendita di dati personali .Ma ci sono molte situazioni che sono borderline, ad esempio l’utilizzo di cartelle mediche che potrebbero essere utili per salvare vite. Penso sia necessario in tal senso un Repertorio di Pratiche di Privacy a cui attingere di volta in volta. Anche la cancellazione di dati personali dal Web è una questione importante e assolutamente da regolamentare”.

La combinazione tra raccolta dei dati (IoT), analisi (big data), robotica (automazione) e intelligenza artificiale (machine learning) creerà più occupazione, o, come dicono alcuni “disoccupazione tecnologica”?

“Io penso che creerà piu’ occupazione ,sicuramente alcuni tipi di attività/mansioni cesseranno o verranno fortemente ridimensionate. Ci sarà sicuramente una questione riguardante la formazione del personale, mi piace pensare alle persone alla Marzocco ,compresi gli addetti alla costruzione dei prodotti, sempre più dedicate all’analisi di un dato certo e sempre piu’ improntate e coinvolte nei processi di generazione di idee, linfa vitale in ogni settore e/o funzione aziendale”.

Qual è il senso dell’innovazione per La Marzocco all’alba dell’ingresso nell’Industry 4.0?

“La Marzocco, per tradizione tramandata dal suo fondatore Giuseppe Bambi, ha sempre visto l’innovazione come unica maniera di lavorare e di competere nel settore delle macchine da caffè .
All’alba dell’ingresso nell’Industry 4.0 abbiamo denominato il nostro progetto Artigiano 4.0. In questo senso vogliamo continuare a rimanere Artigiani nel senso di assemblare a mano i nostri prodotti, mettendo a disposizione dei nostri operatori tutto quello che la digitalizzazione possa portare come beneficio”.

Come immagina il futuro della manifattura e in generale dell’industria italiana?

“La immagino sempre piu’ improntata a prodotti di elevata qualità e di elevato contenuto. Al di la’ delle ovvie difficoltà da superare in questo paese, le aziende vincenti saranno quelle che faranno prodotti innovativi, ma anche che riusciranno ad avere la Capacità di Gestire l’intero ciclo di vita dei propri prodotti in maniera eccellente e soprattutto Trasparente. La nostra azienda , vuole essere trasparente con i propri distributori e soprattutto con i propri clienti finali, perche’ crediamo che essi acquistano e usano i nostri prodotti anche per quello che La Marzocco è e per come opera nei loro confronti. Si sentono parte di una community e la trasparenza nei loro confronti è fondamentale”.

Leave a reply